Se l’ape scomparisse dalla terra all’umanità resterebbero quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione, niente piante, niente alberi, niente esseri umani”.

Albert Einstein

 

 

Aiutaci a salvare il mondo delle api.Aiutaci a salvare il mondo delle api.

Se sei favorevole a salvare il nostro mondo avendo capito il ruolo fondamentale delle api, aiutaci a salvarle... e ci salveremo

Compra prodotti dell'alveareCompra prodotti dell'alveare

Venendoci a trovare in azienda a Tradate tutti i venerdi dalle 14 alle 20.

Compra un Alveare                           Compra un Alveare

Hai voglia di iniziare una nuova avventura nel modno delle api.

Cera

 

La cera d'api è sostanza grassa prodotta da otto ghiandole della cera site nell’addome delle api.

 

La cera d'api vergine si presenta in pani di colore variabile che vanno dal giallo chiaro al bruno

 

Il Miele e le cere vegetali rappresentano un vero e proprio “cibo” per la pelle e le mucose in generale per la loro funzione emolliente e nutritiva. Inoltre rappresentano un ottimo veicolo per estratti vegetali e olii essenziali. Usando sostanze vegetali, anche se la resa estetica del prodotto può non soddisfare,  si ha la garanzia di ottenere prodotti ipoallergici, atossici, non testati su animali.

 

  La cera d'api è usata in commercio per creare eleganti candele, cosmetici e prodotti farmaceutici (t, per lucidare materiali (soprattutto scarpe), come componente delle cere modellanti e in vari altri prodotti. Viene comunemente usata durante l'assemblaggio dei tavoli da biliardo per riempire i fori delle viti e le scanalature tra le ardesie. Le candele di cera d'api sono le preferite di molte chiese ortodosse orientali perché bruciano in modo pulito, con gocciolamento pressoché assente lungo le superfici verticali e un fumo poco visibile. La cera d'api viene inoltre utilizzata come rivestimento dei formaggi, per proteggerli durante la stagionatura. Mentre alcuni formaggiai l'hanno sostituita con la plastica, molti la usano ancora per evitare che il formaggio raccolga sapori sgradevoli dalla plastica. Come additivo alimentare la cera d'api è conosciuta come E901 (agente lucidante)

 

 

La cera d'api è impiegata, sciolta in essenza di trementina, nella lucidatura dei mobili.

Ecco alcuni utilizzi della cera vergine d'api grezza
Unguento con cera d'api e calendula 17 g Cera d'api vergine
76 g Olio extra vergine d'oliva
 5 g calendula T.M.
 2 g  Lavanda o.e.
questo unguento sarà ovviamente un lenitivo per le ferite e le abrasioni,geloni,ragadi ecc.Applicare secondo necessità.
Fondere la cera assieme all'olio e mescolare . Raffreddare fino a 35 ° C e aggiungere l'o.e.. L'unguento  assumerà la consistenza dovuta a 20-25°. Sapone al miele e polline 100 g  Sapone di marsiglia in scaglie
25 g  Cera d'api
1/2 cucchiaio di miele
1/2 cucchiaio di polline
3 cucchiai di acqua demineralizzata
Versate il sapone di Marsiglia in un pentolino, poi grattugiate o rompete in pezzi non troppo grossi la cera d'api, aggiungete l'acqua distillata e fate scaldare a "bagnomaria", aspettate che tutti gli ingredienti si siano sciolti e quando il composto sarà diventato liscio ed omogeneo potrete amalgamare gli altri componenti, avendo cura di predisperdere prima l'olio essenziale nel miele. Versate negli stampi, che prima avrete unto con olio d'oliva, lasciate asciugare le saponette, toglietele dagli stampi e mettetele su un foglio di carta stagnola ad essiccare all'aria, o al sole. 
 
 
BALSAMO LABBRA

-burro di karitè 24g
-cera d'api 5g
-6 cucchiai di olys (olio di cereali e frutti)
-aroma di arancia (per uso alimentare) 16-20 gocce Procedimento:  liquefare il burro di karitè e la cera d'api a bagno maria, insieme all'olys e poi aggiungere l'aroma di arancio. La cera vergine d'api grezza è detta cera flava o citrina, è una cera gialla ed è un prodotto ottenuto senza particolari manipolazioni, del tutto naturale.

TOP